Validato il nuovo questionario di screening per le donne Asperger

Aggiornamento: ago 30



Pubblicato il 15 giugno 2020 il paper di validazione del nuovo questionario di screening per le donne Asperger di Tony Attwood, Michelle Garnett e collaboratori. Il questionario è la versione modificata del precedente pubblicato nel 2011 (Girls Questionnaire for Autism Spectrum Condition o GQ-ASC) e riporta ora una validazione estremamente significativa: sono state reclutate 672 donne cisgender e trans di età compresa tra i 18 e i 72 anni alle quali è stato somministrato online il questionario GQ-ASC Modified. Il campione si compone di 350 donne autistiche e 322 donne non autistiche.


Il questionario individua 5 componenti caratteristiche del funzionamento femminile: 1) Immaginazione e gioco - descrive gli interessi per il mondo fantasy, le fiction, e una riflessione sulla qualità e il contenuto del gioco immaginativo nell'infanzia

2) Camuffamento - descrive i tentativi fruttuosi di ridurre la visibilità dei tratti autistici

3) Sensibilità sensoriale - descrive il processamento sensoriale di iper o ipo sensitività attraverso varie modalità

4) Socializzazione - descrive gli ostacoli alla comprensione e partecipazione sociale

5) Interessi - descrive gli interessi più evoluti rispetto all'età e non stereotipicamente femminili


I risultati dello studio hanno dimostrato come il questionario abbia un eccellente livello di discriminazione tra donne Asperger e non Asperger.


PERCHÉ È STATO COMPIUTO QUESTO STUDIO?

Molte donne autistiche non ricevono una diagnosi corretta o tempestiva. Sappiamo che quando ricevono una diagnosi di Asperger, si sentono più forti nella loro identità e più sicure di sé nella ricerca dei loro bisogni. Volevamo creare un modo rapido e semplice per i professionisti per individuare quali donne dovrebbero essere inviate per una valutazione per lo Spettro Autistico. Volevamo inoltre aiutare le donne autistiche che non vogliono sottoporsi ad una valutazione diagnostica a sentirsi sicure nell'auto-identificarsi come autistiche.


CHE COSA HANNO FATTO I RICERCATORI?

Abbiamo cambiato gli item di un questionario che era stato costruito per le ragazze più giovani, e abbiamo chiesto a 350 donne autistiche adulte cisgender e trans di età compresa tra i 18 e i 71 anni di completarlo. Abbiamo guardato alle risposte in modo che ci dicessero quali domande erano più utili per distinguere le donne autistiche da quelle non autistiche.


QUALI SONO STATI I RISULTATI DELLO STUDIO?

Abbiamo trovato che un certo numero di domande si raggruppavano insieme in diverse aree che erano comuni per le donne autistiche. Queste aree sono: le capacità immaginative e il gioco; la capacità di masking o camouflage o camuffamento; le sensibilità sensoriali; la socializzazione; gli interessi.


QUESTI RISULTATI CHE COSA AGGIUNGONO A QUELLO CHE SAPPIAMO GIÀ?

Ci sono un sacco di idee riguardo all'autismo che non sempre si applicano alle donne autistiche. Questi risultati aiuteranno i professionisti e i non esperti a comprendere meglio le donne Asperger.


QUALI SONO LE POTENZIALI DEBOLEZZE DELLO STUDIO?

Non sappiamo se qualcuna delle 350 donne autistiche che hanno completato lo studio hanno una disabilità intellettiva e non sappiamo se avere una disabilità intellettiva può portare dei cambiamenti ai risultati dello studio. Questo è qualcosa che sarà interessante studiare in futuro.


QUESTI RISULTATI COME AIUTERANNO GLI ADULTI AUTISTICI ORA E NEL FUTURO?

I risultati del nostro studio possono aiutare i medici e i professionisti della salute mentale ad individuare quali donne dovrebbero essere valutate per lo Spettro Autistico. I nostri risultati potrebbero anche aiutare a cambiare l'attitudine verso chi può essere autistico, e verso come l'autismo veramente si manifesta nelle persone.


Link al paper: https://www.liebertpub.com/doi/abs/10.1089/aut.2019.0054?fbclid=IwAR3V--RFh7gBJ31wuqFdhnxwXkWwSPUFT8wV4WLWGHga-sk4YmwL7zPcSQY

Il questionario di screening GQ-ASC Modified sarà presto disponibile in lingua italiana grazie alla traduzione della Dott.ssa Valentina Pasin, Coordinatrice di Gruppo Empathie, che da anni collabora con Tony Attwood e Isabelle Hèanult a diversi progetti internazionali sulle donne Asperger.





955 visualizzazioni0 commenti